Don Giuseppe Livatino a Terlizzi per il Festival per la Legalità. In ricordo di Rosario Livatino

È passato alla storia come “il giudice ragazzino”, perché quando morì, per mano di quattro killer e per ordine della Stidda la mafia agrigentina, lungo la statale che ogni mattina percorreva con la sua auto da Canicattì ad Agrigento, Rosario Livatino aveva 38 anni: il più giovane dei 27 magistrati uccisi in ragione del loro servizio in prevalenza, ma non solo, dalla mafia o dai terroristi. Quando lo fecero sbandare, Livatino uscì dall’ auto, cercando salvezza fuggendo per i campi, lo finirono con un colpo di pistola al volto.

Si era laureato in Giurisprudenza a 22 anni  con il massimo dei voti ed era entrato in magistratura, tra i primi al concorso, nel 1978, dopo aver già vinto un altro concorso pubblico. ll 21 settembre del 1990, quando è stato ucciso, era giudice di Tribunale, in servizio ad Agrigento come giudice a latere e si occupava di misure di prevenzione. Qualche anno prima da sostituto procuratore aveva condotto le indagini sugli interessi economici della mafia, sulla guerra di mafia a Palma di Montechiaro, sull’ intreccio tra mafia e affari, delineando il “sistema della corruzione”. Stando alla sentenza che ha condannato esecutori e mandanti del suo omicidio, Livatino è stato ucciso perché «perseguiva le cosche mafiose impedendone l’ attività criminale, laddove si sarebbe preteso un trattamento lassista, cioè una gestione giudiziaria se non compiacente, almeno, pur inconsapevolmente, debole, che è poi quella non rara che ha consentito la proliferazione, il rafforzamento e l’espansione della mafia».

Scriveva Rosario Livatino a proposito dell’ immagine del magistrato: «L’indipendenza del giudice, infatti, non è solo nella propria coscienza, nella incessante libertà morale, nella fedeltà ai principi, nella sua capacità di sacrifizio, nella sua conoscenza tecnica, nella sua esperienza, nella chiarezza e linearità delle sue decisioni, ma anche nella sua moralità, nella trasparenza della sua condotta anche fuori delle mura del suo ufficio, nella normalità delle sue relazioni e delle sue manifestazioni nella vita sociale, nella scelta delle sue amicizie, nella sua indisponibilità ad iniziative e ad affari, tuttoché consentiti ma rischiosi, nella rinunzia ad ogni desiderio di incarichi e prebende, specie in settori che, per loro natura o per le implicazioni che comportano, possono produrre il germe della contaminazione ed il pericolo della interferenza; l’indipendenza del giudice è infine nella sua credibilità, che riesce a conquistare nel travaglio delle sue decisioni ed in ogni momento della sua attività».

In ossequio a queste convinzioni conduceva la sua vita, riservatissima, nella casa che condivideva con i genitori. Non faceva mistero di una profonda fede cristiana, che conciliava rigorosamente con la laicità della propria funzione. È rimasto celebre a proposito un passo di un suo scritto dei primi anni Ottanta in tema di fede e diritto: «Il compito (…) del magistrato è quello di decidere; (…): una delle cose più difficili che l’uomo sia chiamato a fare. (…) Ed è proprio in questo scegliere per decidere, decidere per ordinare, che il magistrato credente può trovare un rapporto con Dio. Un rapporto diretto, perché il rendere giustizia è realizzazione di sé, è preghiera, è dedizione di sé a Dio. Un rapporto indiretto per il tramite dell’amore verso la persona giudicata. Il magistrato non credente sostituirà il riferimento al trascendente con quello al corpo sociale, con un diverso senso ma con uguale impegno spirituale. Entrambi, però, credente e non credente, devono, nel momento del decidere, dimettere ogni vanità e soprattutto ogni superbia; devono avvertire tutto il peso del potere affidato alle loro mani, peso tanto più grande perché il potere è esercitato in libertà ed autonomia».

In fondo alle sue agende, gli inquirenti che indagavano sulla sua morte trovarono una sigla misteriosa “s.t.d.” che li mise a lungo in scacco finché non scoprirono l’ arcano: il significato era sub tutela dei, nelle mani di Dio.

Il 19 luglio del 2011 è stato firmato dall’arcivescovo Francesco Montenegro il decreto per l’avvio del processo diocesano di beatificazione di Rosario Livatino.

Don Giuseppe Livatino, Postulatore della causa di canonizzazione del “giudice ragazzino”, sarà ospite del prossimo Festival per la Legalità.

A breve il programma completo.

Contatti: festivalperlalegalita@gmail.com

24 risposte a “Don Giuseppe Livatino a Terlizzi per il Festival per la Legalità. In ricordo di Rosario Livatino”

  1. If some one desires expert view on the topic of running a blog afterward i advise him/her to pay a quick visit this
    website, Keep up the pleasant work.

  2. Hi there to all, the contents present at this site are in fact
    remarkable for people experience, well, keep up the good work fellows.

  3. I pay a quick visit daily some web sites and information sites to read articles, however
    this website provides quality based articles.

  4. It is not my first time to pay a visit this web page, i
    am visiting this web page dailly and get good information from here everyday.

  5. Hi there! This post couldn’t be written any better! Reading through this article reminds me of my previous roommate!
    He constantly kept talking about this. I am going to forward
    this information to him. Pretty sure he’ll have a good read.
    I appreciate you for sharing!

  6. Hi it’s me, I am also visiting this website regularly, this web page
    is actually nice and the people are actually sharing fastidious thoughts.

  7. Great site you have here but I was curious about if you knew of
    any discussion boards that cover the same topics discussed here?
    I’d really love to be a part of online community where I can get comments from other knowledgeable individuals that share the
    same interest. If you have any recommendations, please let me know.
    Bless you!

  8. I do accept as true with all of the ideas you’ve presented in your post.
    They are really convincing and will definitely work. Still, the posts are
    too quick for novices. May you please prolong them a little from next time?

    Thank you for the post.

  9. Hello there! This is my first visit to your blog! We are a group
    of volunteers and starting a new initiative in a community
    in the same niche. Your blog provided us valuable information to work on. You have done a extraordinary job!

  10. I need to to thank you for this excellent read!!
    I absolutely enjoyed every little bit of
    it. I’ve got you bookmarked to look at new stuff you post…

  11. Hi, this weekend is pleasant for me, since this time i am reading this wonderful educational paragraph here at my home.

  12. Howdy I am so excited I found your web site, I really found you by accident,
    while I was researching on Yahoo for something else, Anyhow I am here now and would just like to say cheers
    for a incredible post and a all round exciting blog (I also love
    the theme/design), I don’t have time to read through it all at the moment but I have book-marked it and
    also added in your RSS feeds, so when I have time I will be back to read
    more, Please do keep up the fantastic jo.

  13. Having read this I believed it was really informative.
    I appreciate you taking the time and energy to put this
    information together. I once again find myself spending a significant amount of time both reading and leaving
    comments. But so what, it was still worth it!

  14. I’m more than happy to uncover this page. I need to to thank you for your time
    just for this wonderful read!! I definitely savored every part
    of it and I have you book-marked to see new things in your blog.

  15. You’re so awesome! I do not think I have read through something like that before.
    So great to find somebody with some original thoughts on this subject.
    Seriously.. many thanks for starting this up. This
    website is one thing that is required on the internet, someone with some originality!

  16. What’s up all, here every person is sharing these kinds
    of experience, so it’s pleasant to read this blog, and I used to pay
    a quick visit this website all the time.

  17. Spot on with this write-up, I absolutely
    believe that this site needs much more attention. I’ll
    probably be returning to read more, thanks for the information!

  18. Post writing is also a excitement, if you be familiar
    with after that you can write otherwise it is complicated to write.

  19. Sweet blog! I found it while surfing around on Yahoo News.

    Do you have any tips on how to get listed in Yahoo News?

    I’ve been trying for a while but I never seem to get there!

    Thanks

  20. I have been browsing online greater than 3 hours
    nowadays, yet I by no means discovered any interesting article like yours.
    It’s beautiful value enough for me. In my opinion, if all website owners
    and bloggers made good content as you probably did, the web can be much more helpful
    than ever before.

  21. Thank you for the auspicious writeup. It in fact was a amusement account
    it. Look advanced to more added agreeable from you!

    However, how could we communicate?

  22. Spot on with this write-up, I absolutely feel this website needs much more attention. I’ll probably be returning to see more, thanks for the advice!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *